Sagre di paese in Italia

Robassomero (Torino) Dal 12/09/2008 Al 16/09/2008

XIII Sagra dli Siuli Pijni

IL DOLCE RIPIENO DELLA CIPOLLA

LA TRADIZIONE

I siuli pijni sono un dolce tipico della tradizione locale robassomerese. Nei tempi andati - il giorno della festa - le famiglie portavano nei forni di uso comune le cipolle ripiene di un impasto di latte, zucchero, uova, grissini sbriciolati, uva sultanina e altri ingredienti facilmente reperibili. Le diverse teglie - ognuna contraddistinta da un segno di riconoscimento, di solito da un frutto - venivano poi ritirate dopo la cottura e i siuli pijni venivano consumati come dessert alla fine del pasto.


Questa tradizione, che andava lentamente perdendosi negli anni, fu mantenuta da un personaggio, recentenente scomparso, oramai circondato da un'alone mitico, l'anziana Marianin. Questa signora, fino a pochissimi anni fa, continuava a preparare i siuli pijni secondo la ricetta tradizionale. Nel 1995 gli organizzatori della manifestazione decisero di mantenere la tradizione istituendo cos la prima Sagra dli Siuli Pijni.


LA FESTA DELLA MADONNA E LA RIEVOCAZIONE STORICA

La sagra - originariamente organizzata in concomitanza della celebrazione della Nativit di Maria Vergine, la tradizionale Festa d'la Madona'd Robassom - ha poi trovato collocazione definitiva intorno alla seconda domenica di Settembre, giornata in cui dopo le celebrazioni religiose e la processione della Vergine ha luogo la rievocazione storica in costume delle vicende del Conte di Robassomero Cesare Cernusco di Chiusavecchia, dopo lo smembramento del Marchesato di Ciri.


ENOGASTRONOMIA

Grigliate di carne tutti i giorni e grande grigliata di pesce il marted sono - oltre ovviamente i Siuli Pijni - sono il punto forte della ristorazione, che offre comunque una buona scelta fra antipasti, primi, secondi e contorni, per tutte le esigenze e tutte le tasche. Con una quindicina di euro si far una buona mangiata di carne. Aggiungendone una decina in pi Marted 16 Settembre si potr cenare con la famosa grigliata di pesce della sagra dli Siuli Pijni (prenotazione obbligatoria).


EVENTI COLLATERALI

Tutte le sere sar possibile ballare con le orchestre e i gruppi invitati. Domenica 14 Settembre avr luogo la mostra Sapori, Colori e Tradizioni delle Pro Loco delle Valli di Lanzo e del Canavese.
Spettacolo di fuochi artificiali il venerd 12 Settembre, intrattenimento per bambini nella giornata di sabato 13 Settembre, arricchiscono l\'offerta per i partecipanti alla manifestazione.


ROBASSOMERO

E\' un piccolo comune posto su un terrazzo panoramico sulla sponda destra della Stura, a 19 Km da Torino, si affaccia sulla Valle di Lanzo ed immerso nel Parco Regionale della Mandria, si trova a unaltitudine di 360mt e ha poco pi di 3000 abitanti, ed ha il privilegio di essere lunico paese fornito di acqua potabile proveniente direttamente dallacquedotto del Pian della Mussa.


Lorigine del nome di Robassomero Robassomerum (casalis in latino era Robassomerium), trae origini dal luogo ove anticamente vi furono grandi distese di roveri e gli abitanti erano denominati Somerj; nonostante lassenza di documentazione medioevale facile individuare il toponimo originato da roba (deruba) e somero (bestia da soma) testimonianza di frequenti assalti di predoni.E difficile stabilire a quando risalga la sua fondazione, la sua posizione fa tuttavia ipotizzare la sua esistenza gi in epoca romana, la giusta collocazione potrebbe intendersi nellXI secolo.


Fu antico feudo unito alla Signoria di Ciri, allinizio dellanno 1000 fu dominio dei Marchesi di Monferrato e poi pass ai Savoia. Nella Chiesa Parrocchiale di S. Caterina Vi un quadro di S. Gregorio con una preziosa cornice artistica.


LA REGGIA DI VENARIA

Nelle vicinanze di Robassomero sorge la reggia di Venaria Reale , una delle maggiori residenze sabaude in Piemonte. Probabilmente la pi grande per dimensioni, archittettonicamente molto simile alla reggia francese di Versailles: secondo alcune fonti, i disegni progettuali della Venara furono trafugati in Francia per ordine di Luigi XIV e sostanzialmente servirono da modello per la costruzione della nuova residenza del Re Sole.


La reggia di Venaria fu progettata e costruita in pochi anni - dal 1658 al 1679 - su progetto dell\'architetto Amedeo di Castellamonte, commissionata dal duca Carlo Emanuele II che intendeva farne la base per le battute di caccia nella brughiera collinare torinese. Lo stesso nome in lingua latina della reggia, Venatio Regia, viene fatto derivare dalla sua originaria funzione.


L\'insieme dei corpi di fabbrica che costituiscono il complesso, enorme se si considera l\'estensione (80.000 mq di piano calpestabile), include il parco ed il borgo storico di Venaria, costruiti in modo da formare una sorta di collare che rievoca direttamente la Santissima Annunziata, simbolo della casa sabaudo.


Per raggiungere ROBASSOMERO:


Imboccare la tangenziale di Torino, uscire a Venaria, prendere a sinistra per le Valli di Lanzo, proseguire sulla direttissima che fiancheggia la tenuta della Mandria fino allindicazione Robassomero sulla destra

Scarica il programma


<< Settembre 2017 >>
DomLunMarMerGioVenSab
          1 2
3 4 5 6 7 8 9
10 11 12 13 14 15 16
17 18 19 20 21 22 23
24 25 26 27 28 29 30
 

Iscriviti alla newsletter

Inserisci una e-mail valida

Una sagra a caso

foto

PASSEGGIATA DEL TIMORASSO

Organizzi
sagre ?

Anche tu vuoi mettere in evidenza la tua sagra ?

Cos'è tuttelesagre.it
Segnalaci la tua sagra
Richiedi il tuo redazionale